Quali hashtag usare su Instagram

hashtag

Se vuoi ampliare il tuo pubblico, migliorare il feed Instagram e ottenere più seguaci su questo social, sei nel posto giusto. Pubblicare foto bellissime e originali non rappresenta più l’unico requisito essenziale per migliorare la presenza online, ma gli hashtag sono fondamentali per ottenere un aumento delle interazioni con i tuoi post. Ogni gruppo di hashtag è associato alle immagini che identificano i servizi e i benefici attesi del prodotto o servizio per quel gruppo di potenziali clienti.

instagram post  instagram post

Immaginiamo di essere un utente x alla ricerca di una vacanza con la famiglia a San Benedetto del Tronto. La sua prima mossa su Instagram sarà cercare un hashtag collegato alla location #sanbenedettodeltronto.  Ovviamente è molto importante essere presenti ed identificati con quell’hashtag, ma di certo i contenuti pubblicati saranno stati inquinati da altre tipologie di foto. La ricerca successiva poi, segue un iter semplice: l’hashtag ricercato sarà #dafareasanbenedettodeltronto. A questo punto saranno restituite fotografie della città, dei dettagli, dei panorami, dei piatti da assaggiare. Qui inizia la ricerca vera e propria, ecco perché questi due hashtag sono fondamentali.

san benedetto del tronto

Ecco le regole da seguire per scegliere gli hashtag nel modo giusto:

  1. Seleziona HASHTAG TEMATICI Gli hashtag sono collegati ad un argomento specifico, per questo motivo più gli hashtag saranno collegati al tema, maggiori saranno i risultati in termini di enagagement. In caso contrario il profilo ne risulterà penalizzato.
  2. Non inserire HASHTAG POPOLARI come #like4like, #follow4follow, #picoftheday #ig #instadaily #instalike #instamood #iphonegraphy #italiano#mustfollow #work #workout #blackandwhite #drawing #inspiration #home #holiday #christmas #nyc #london #sea #instacool #goodmorning #iphoneonly #alwaysfollowback #followbackalways #followbackteam #follower #likeback #pleasefollow #tagsta #tagstagramers #teamfollowback e molti altri che sono stati bannati e considerati come spam da instagram.
  3. Utilizza MENO HASHTAG del solito e sperimenta gli stessi hashtag per qualche post, poi modificali cercando online e prendendo spunto da altre strutture ricettive di successo su Instagram.
  4. Scegli un MIX DI HASHTAG di nicchia (meno di 10.000 risultati) media popolarità (tra i 10.000 e i 100.000 contenuti) e alta popolarità (meglio se inferiori ai 500.000). Quelli di media popolarità sono legati a un tema specifico e sono usati da una cerchia più ristretta di utenti, mentre quelli pubblicati da moltissime persone diminuiscono la tua visibilità, perché ogni minuto milioni di persone usano quegli hashtag e la foto appena caricata sparirebbe dal feed in pochi secondi. Scegli 10 hashtag di nicchia, 5 mediamente popolari e 5 popolari.
  5. CREA L’HASHTAG per il tuo hotel o struttura ricettiva. in questo modo il tuo pubblico potrà usarlo per condividere le immagini della vacanza e voi potrete utilizzare il tutto nelle stories per ricondividere i contenuti pubblicati ed offrirai ai fan la possibilità di riconoscerti e di entrare in contatto con te. Fidelizzazione assicurata!
  6. Non dimenticare gli hashtag dedicati alla location #dafareasanbenedettodeltronto #sanbenedettodeltronto 

La scelta degli hashtag rappresenta una parte della strategia su instagram. È importante infatti lavorare professionalmente sulla BIO della struttura ricettiva, che rappresenta la copertina del tuo libro, l’elemento più importante che identifica il tuo brand. Ciò che dovrai fare sarà inserire il logo della struttura nell’immagine del profilo ed inserire una BIO efficace. Nel testo della BIO potrai scrivere qualcosa sulla struttura con un elenco puntato caratterizzato da parole chiave, emoji ed infine con il link che rimanda alla prenotazione, al sito web o alla landing page. Ecco due esempi efficaci di Bio. 

profilo instagram come scrivere una BIO